pendik escort porno hikayeleri

INTORNO A IFIGENIA, LIBERATA - Sala Frau - Spoleto (Pg) 13-14 Luglio 2017

INTORNO A IFIGENIA, LIBERATA - Sala Frau - Spoleto (Pg) 13-14 Luglio 2017
Seleziona data e/o settore
Disponibilità: Disponibile

Opzioni Disponibili

* Data:

Inserisci numero biglietti:
Acquista

13 Luglio ore 20.00

14 Luglio ore 15.00

INTORNO A IFIGENIA, LIBERATA



ispirato ai testi di Eraclito, Omero, Eschilo, Sofocle, Euripide, Antico e Nuovo Testamento, Friedrich Nietzsche, René Girard, Giuseppe Fornari 
progetto e drammaturgia Angela Demattè e Carmelo Rifici
regia Carmelo Rifici 
con Caterina Carpio, Giovanni Crippa, Zeno Gabaglio, Vincenzo Giordano, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Igor Horvat, Francesca Porrini, Edoardo Ribatto, Giorgia Senesi, Anahì Traversi 
scene Margherita Palli 
costumi Margherita Baldoni 
scene realizzate dal Laboratorio di Scenografia "Bruno Colombo e Leonardo Ricchelli" del Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa 
costumi realizzati dalla Sartoria del Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa
maschere Roberto Mestroni
musiche Zeno Gabaglio
disegno luci Jean-Luc Chanonat 
progetto visivo Dimitrios Statiris
regista assistente Agostino Riola
assistenti alla regia Emiliano Masala e Francesco Leschiera
assistente scenografa Francesca Greco
assistente costumista e sarta di scena Giulia-Claudia Gambi
in video Maximilian Montorfano, Jacopo Montorfano e Agnese Chiodi
produzione LuganoInScena
in coproduzione con LAC Lugano Arte e Cultura, Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa e Azimut
in collaborazione con Festival di Spoleto 60, Theater Chur
con il sostegno di Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura 
ufficio di produzione Susanna Plata
ufficio stampa Anna Poletti 
amministrazione Stefano Cimasoni 
logistica Vanessa Schaefer 
responsabile tecnico Pierfranco Sofia 
direzione di scena Sarah Chiarcos 
tecnico luci e video Fabio Bezze 
fonico Nicola Sannino 
macchinista Giuliana Rienzi

illustrazioni e animazioni Stefano Bruscolini

collaborazione progetto visivo Alessandro Canali e Giuseppe Bilotti



In forma di mise en espace, una lezione sullo spettacolo Ifigenia, liberata, produzione/indagine che Rifici insieme alla drammaturga Angela Demattè, ha messo in scena nel marzo 2017 a Lugano, chiamando Eraclito, Omero, Eschilo, Sofocle, Euripide, René Girard, Antico e Nuovo Testamento a fornire storie e riflessioni sulla vera protagonista del suo lavoro: la violenza dell’uomo come realtà inestirpabile e mistero senza fine. 
 
"Lo spettacolo nasce dall’esigenza di indagare, ancora una volta, come un leitmotiv dei miei ultimi lavori, l’uso della violenza, sia a livello macroscopico sia nel microcosmo familiare. Ciò che mi inquieta fortemente è questa ineliminabile caratteristica dell’essere umano di distruggere, di chiudere. Nella sua continua evoluzione tecnologica e scientifica la nostra specie non ha mai fatto a meno delle guerre, del sangue, della sopraffazione. Perché? Ancora oggi gli uomini cedono alla violenza, non trovano altro modo per combatterla se non usandola a loro volta, sempre in nome di un padre da vendicare, di un territorio da difendere, di un Dio da obbedire. E mentre il mondo è sempre più occupato a prendersi cura delle proprie vittime, le vittime non cessano di diminuire. Ifigenia, liberata tenterà di svelare l’annosa questione della nostra natura violenta. 
In una sala prove (ma potrebbe essere anche un altro luogo di incontro, una biblioteca, un salone, certamente un luogo di pensiero) attori e pubblico insieme ad un regista e una drammaturga riprendono il Mito degli Atridi, partendo dal testo del tragediografo greco Euripide, Ifigenia in Aulide. In realtà è solo un pretesto di partenza necessario alla drammaturga per portare alla luce l’intuizione segreta di Euripide: l’eroe greco non è colpevole, colpevole è la folla che ha bisogno di un colpevole. Per le esigenze di Spoleto abbiamo pensato ad una messa in scena in forma di mise en espace, appositamente creata per l’occasione."
Carmelo Rifici

 

Tags:
Prenotazione in corso...
Hai ancora minuti per completare l'acquisto. Allo scadere del tempo, i posti da te selezionati verranno di nuovo resi pubblici. Vai al carrello